Borghi di pietra e di acque

Borghi di pietra e di acque

 

Programma escursioni giornaliere

Nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano

Target: Gruppi, Didattico, Culturale, Naturalistico.

Per Borghi Antichi: Cerreto Alpi

 

arrivo in località “Piagneto” inizio escursione al sentiero degli Schiocchi del Secchia,

“Nelle pareti rocciose degli Schiocchi nidifica l’aquila reale, nelle acque del Secchia le lontre danno la caccia alle trote.”lo scorrere delle acque del Secchia in millenni hanno eroso gli strati di roccia arenaria originando un canyon suggestivo con, al suo interno, cascate, rapide, correntine e profonde pozze, lo risaliremo fino ad’arrivare all’antico Mulino ad acqua di Cerreto Alpi in riva al fiume Secchia dove sarà possibile vedere le macine.

Proseguendo l’antica strada che un tempo portava il Lunigiana, arriviamo a Cerreto Alpi.

Il paese di Cerreto Alpi conserva un centro storico di notevole valore architettonico. Il borgo è a breve distanza dalla Toscana, il cui idioma influenza il dialetto locale.

La particolare posizione geografica ha sempre condizionato la vita del paese e la memoria dell’antica strada per la Lunigiana rimane in mulattiere selciate, costellate di secolari maestà rupestri, che varcavano l’orrido degli “Schiocchi”, ed in alcuni fabbricati del paese.

Tra questi ultimi una secentesca taverna sul cui paramento si osserva un concio con incisa la dicitura: “gonfio v’aspetto e non però satollo, sazio vi rendo ma poi ben affamato”. Numerose piccole corti selciate, con annesse logge, danno movimento agli edifici cui si accede attraversando sottopassi ad arco abbassato. 

Abili artisti probabilmente toscani vi hanno raffigurato le immagini dei santi più venerati quali Sant’Antonio e la Beata Vergine e vi appare spesso una sigla familiare ed il millesimo.

Dalle abitazioni che si affacciano lungo le vie spiccano numerosi portali con arco a tutto sesto, sormontati da cuspidi incise del secolo XVIII-XIX e finestre riquadrate in arenaria finemente zigrinata.

All’interno dell’ampio castagneto situato nell’estremità settentrionale del colle arenaceo che sormonta il borgo di Cerreto Alpi, sono osservabili alcuni significativi metati per castagne.

Queste strutture erano utilizzate per conservare ed essiccare le castagne.

Terminata la visita potremo pranzare, assaporando i piatti tipici

nel pomeriggio visita ai Giardini dell’Acqua di Collagna; un moderno impianto di allevamento delle trote, dove potremo visitare un degli acquari fluviali più grandi al mondo dedicato ai salmonidi.

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...